Media

Casi e Pubblicazioni dello Studio

L'art. 1854 c.c. prevede che, in caso di cointestazione del conto corrente a più persone con firma disgiunta, gli intestatari debbono essere considerati creditori in solido, fino a prova contraria. Questa presunzione di comproprietà delle somme può essere superata, ma spesso si rivela preferibile ricorrere all'istituto della "delega ad operare sul conto", anziché alla cointestazione del conto corrente....

L'Avv. Gabriele Chiarini ha gestito con successo (euro 300.000,00 il risarcimento conseguito) un caso di malasanità a Rimini, relativo ad una morte di assai dubbia eziopatogenesi, favorendo una definizione transattiva della controversia in via stragiudiziale sicuramente opportuna alla luce delle criticità della vicenda e della rilevante incertezza rispetto ai profili della colpa e del nesso causale....

Con l’introduzione della legge n. 47/1985 (e, a maggior ragione, dopo il D.P.R. n. 380/2001), il legislatore aveva inteso rendere incommerciabili gli immobili abusivi, con la conseguenza che la relativa vendita dovrebbe considerarsi nulla. Sul tema si attende, però, una risposta definitiva da parte delle Sezioni Unite della Suprema Corte....

Come si calcola il danno patrimoniale da morte del congiunto? In questo articolo approfondiremo quali sono i criteri da seguire per quantificare il "danno emergente" (concretato dalle spese funebri, di trasporto, sanitarie, ecc.), nonché il "lucro cessante" (determinato dalla perdita delle contribuzioni economiche che il defunto avrebbe assicurato alle esigenze della famiglia)....

In tema di servitù, lo schema previsto dall’art. 1027 c.c. non preclude in assoluto la costituzione di servitù avente ad oggetto il parcheggio di un'autovettura su fondo altrui, a condizione che, in base all’esame del titolo e ad una verifica in concreto della situazione di fatto, tale facoltà risulti essere stata attribuita come vantaggio in favore di altro fondo per la sua migliore utilizzazione....

L'Avv. Giovanni Chiarini ha difeso vittoriosamente un privato, imputato del reato previsto e punito dall'art. 187 Codice della Strada (guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di stupefacenti). Il giovane è stato assolto con formula piena, difettando la prova dell'attualità della condizione di alterazione derivante dall'assunzione delle sostanze in questione....

Lo Studio ha tutelato vittoriosamente in giudizio un marito che, nel chiedere un finanziamento per la propria attività commerciale, aveva scoperto che la ex moglie aveva iscritto ipoteca giudiziale su tutto il suo patrimonio per Euro 500.000,00. Il Tribunale ha accertatato la illegittimità della iscrizione ipotecaria per plateale eccessività dell'importo, ordinandone la cancellazione e condannando la ex moglie al risarcimento dei danni....