Rischio Clinico MedMal WORDS

Rischio Clinico

Il rischio, secondo la Treccani, è l’eventualità di subire un danno, connessa a circostanze più o meno prevedibili. Se trasliamo questo concetto nell’ambito sanitario, possiamo definire il “rischio clinico” come la probabilità per un paziente di andare incontro a un danno nel suo percorso di cura. Perché è così importante gestire e prevenire questo rischio? Parliamone con l’Avv. Gabriele Chiarini.

Il demansionamento del dirigente medico chirurgo - Avv. Andrea Sisti

Il demansionamento del dirigente medico chirurgo

La Corte di Cassazione (sentenza n. 12623/2022) ha recentemente affrontato il caso di un medico chirurgo che, per un lungo periodo, dal 2007 al 2011, lamentava di essere stato scarsamente utilizzato nei turni di sala operatoria, nell’ambito dell’unità operativa di cardio-chirurgia alla quale era stato assegnato, presso un rinomato ospedale lucano. Esaminiamo il contenuto della decisione con l’Avv. Andrea Sisti.

Art. 2043 c.c. e responsabilità civile

Art. 2043 c.c.

Questo approfondimento è dedicato all’art. 2043 del codice civile, norma cardine su cui si fonda l’intero sistema della responsabilità civile. Analizziamo insieme gli elementi costitutivi e i tratti caratteristici di questa disposizione, accennando al modo in cui la relativa disciplina è declinata nello specifico contesto della responsabilità professionale del medico e della struttura sanitaria.

Bendaggio gastrico, malasanità e risarcimento danni

Bendaggio gastrico, malasanità e risarcimento danni

Il caso di malasanità di cui vi parliamo in questo articolo riguarda una giovane donna di 23 anni con obesità grave che, a causa di un intervento di bendaggio gastrico eseguito in modo scorretto, ha avuto una serie di conseguenze sulla salute di cui porta ancora oggi i segni. Anita (nome di fantasia) si è rivolta al nostro studio, e siamo riusciti ad ottenere un risarcimento di 53.000 euro, oltre interessi e spese di lite, per danno biologico differenziale.

Consenso informato

Consenso informato: 5 questioni importanti

Il consenso informato (o, come forse sarebbe meglio dire, “consenso consapevolmente prestato”) manifesta l’adesione del paziente all’atto medico che gli viene prospettato come soluzione o rimedio alla sua condizione clinica. E, soprattutto, rappresenta spesso il confine tra lecito e illecito nell’attività medica. Proviamo a delineare i 5 punti chiave di questa complessa e controversa tematica.

Spese di lite - Avv. Gabriele Chiarini

Spese di lite

Le spese di lite sono una variabile importante da considerare per chi ha intenzione di promuovere un giudizio civile, o per chi è costretto a prendervi parte perché qualcun altro lo ha chiamato in causa. E in quel particolare tipo di contenzioso che ha ad oggetto la responsabilità sanitaria ci sono regole ancora più specifiche. Cerchiamo di chiarire i principali aspetti relativi ai costi necessari per affrontare un processo.

Responsabilità Medica - Avv. Gabriele Chiarini

La Responsabilità Medica

Quando si parla di responsabilità medica, alcuni professionisti sanitari si mettono sulla difensiva, perché si sentono minacciati o accusati. Ma responsabilità non è sinonimo di colpa e, nello specifico, la responsabilità medica ha un ruolo più complesso e, se vogliamo, più alto e nobile, che riguarda questioni come la tutela della salute, il livello dell’assistenza sanitaria, e il miglioramento qualitativo di entrambe. Proviamo a capire di cosa stiamo veramente parlando.

La sanità in Italia, dal 1978 ai giorni nostri

La sanità in Italia

Dal 1978 ai giorni nostri, la storia infinita del Servizio Sanitario Nazionale. Continuiamo il nostro viaggio a partire dal 1978, anno spartiacque in tema di sanità nel nostro Paese: il sistema mutualistico cede il passo a quello universale, l’aziendalizzazione sembra la strada giusta per rendere l’assistenza sanitaria davvero sostenibile, fino al recente “decreto 77” che mette l’assistenza territoriale al centro della scena.

Sanità - MedMal Words

Sanità

Quando parliamo di sanità, vengono in mente due possibili accezioni: sanità intesa come salute (sanità fisica o mentale), oppure sanità intesa come assistenza sanitaria, vale a dire l’insieme dei servizi e delle strutture destinate alla tutela della salute. I due termini, salute e sanità, sono spesso usati come sinonimi. In realtà sono due concetti diversi. Perché? Proviamo a rispondere, partendo dalle basi, con l’aiuto del nostro Avv. Gabriele Chiarini.

Trasferimento d’azienda - Avv. Andrea Sisti

Trasferimento d’azienda nullo e diritto del dipendente al risarcimento del danno

Quali sono i diritti del lavoratore subordinato in caso di trasferimento di azienda o di ramo d’azienda? E cosa può fare il dipendente che sia stato illegittimamente escluso da un trasferimento d’azienda o che, al contrario, sia stato trasferito illegittimamente e voglia invocare la prosecuzione del rapporto con l’originario datore di lavoro? Un breve focus a cura dell’Avv. Andrea Sisti.

Antibiotico

Antibiotico

Il termine “antibiotico” significa, letteralmente, “contro la vita”, anche se si tratta di una classe di farmaci molto importanti per la salute pubblica e privata. Però gli antibiotici vanno usati in modo appropriato: senza esagerare, per evitare fenomeni di antimicrobico-resistenza; senza aspettare troppo, perché le infezioni possono diventare sistemiche, e soprattutto senza sbagliare la molecola, perché altrimenti sono inefficaci. Un quadro generale con l’Avv. Gabriele Chiarini.

Telemedicina - MedMal Words

Telemedicina

La telemedicina è nulla più che l’assistenza sanitaria (medicina) erogata a distanza (per via telematica). Si tratta però di una disciplina aperta e in costante evoluzione, perché si adatta al progresso tecnologico e ai bisogni di cura del paziente. E può porre problemi inediti sotto il profilo della responsabilità sanitaria, tanto è vero che la letteratura internazionale ha coniato il termine “telenegligenza”. Ne parliamo meglio con il nostro Avv. Gabriele Chiarini.

Salute

Salute

La salute sembra una nozione di immediata comprensione, ma in realtà non è così facile da definire. Dall’antico concetto greco della salute come “dono degli dèi”, il suo significato si è modificato nel corso del tempo fino ad indicare il benessere non solo fisico, ma anche psichico, sociale e spirituale, in una concezione olistica, nella quale l’assistenza sanitaria è un fattore di una realtà più complessa. Affrontiamo il tema con l’Avv. Gabriele Chiarini.

Legge Balduzzi

Legge Balduzzi: la legge che non c’è

La “legge Balduzzi”, innanzitutto, non è una legge, ma un decreto-legge. Inoltre, una parte significativa delle disposizioni che conteneva è stata abrogata o comunque superata da un’altra fonte normativa: la successiva legge Gelli-Bianco, di cui abbiamo già trattato in molte occasioni. Analizziamo questi punti in modo un po’ più dettagliato.

Autopsia

Autopsia

Senz’altro non sono argomenti divertenti di cui parlare, ma autopsia e riscontro diagnostico sono tematiche fondamentali per chi si occupa di aspetti giuridici dell’attività sanitaria e di contenzioso medico legale, anche perché si tende spesso a fare confusione e a sovrapporre figure e concetti che devono restare separati. Cerchiamo di fare chiarezza in questo approfondimento.

La sanità italiana, dal 1861 al 1978

La sanità italiana, dal 1861 al 1978

La sanità italiana non è sempre stata così come la conosciamo. C’è stato un lungo processo che ha interessato l’azione pubblica in campo sanitario ed è durato più di cent’anni: dall’Unificazione (nel 1861) all’istituzione (nel 1978) del servizio sanitario nazionale, che oggi tutti conosciamo e, a dire il vero, diamo un po’ per scontato. Approfondiamo in questo articolo quali sono state le principali tappe di questa evoluzione.