Avv. Lucia Spadoni

Avvocato iscritto all’Ordine degli Avvocati di Urbino, nell’esercizio della professione si occupa prevalentemente di diritto civile ed amministrativo. Ha maturato rilevante esperienza nei settori del diritto immobiliare, del diritto bancario e della responsabilità medico-sanitaria. [Curriculum]

Off label

Con l’espressione “Off-Label” (letteralmente “Fuori Etichetta”) si definisce l’impiego, nella pratica clinica, di un farmaco secondo modalità o per indicazioni terapeutiche diverse rispetto a quelle approvate nell’autorizzazione all’immissione in commercio. Quali sono i rischi del trattamento off label? Ed entro quali limiti è consentito? Ce lo spiega l’Avv. Lucia Spadoni.

Evento avverso

Quando parliamo di evento avverso facciamo riferimento a un danno non volontario causato da un trattamento o una procedura sanitaria errata, che determina la necessità di un monitoraggio aggiuntivo, altre terapie, prolungamenti di degenza, o addirittura il decesso del paziente. Ma che cos’è, esattamente, un evento avverso in sanità? E cosa non è? Ce lo spiega l’Avv. Lucia Spadoni.

Bugiardino

“Bugiardino” è il termine con cui, nell’uso comune, si indica il foglio illustrativo allegato ai farmaci. Scopriamo in questo approfondimento, a cura della nostra Avv. Lucia Spadoni, a cosa serve, perché si chiama così, e qual è il rilievo del bugiardino in ambito di medical malpractice. “MedMal WORDS | Le parole della responsabilità sanitaria” è un progetto divulgativo a cura di STUDIO LEGALE CHIARINI – Associazione Professionale.

Infezione da stafilococco in cardiochirurgia, malasanità e risarcimento danni

Definito con un risarcimento danni di 445.000,00 euro il caso di malasanità relativo a un paziente che aveva contratto una infezione da “stafilococco epidermidis” in occasione di un intervento di cardiochirurgia: i familiari, assistiti dallo Studio Legale Chiarini, sono riusciti a fare chiarezza, dimostrando la sussistenza di responsabilità della struttura sanitaria nel determinismo del decesso.

L’assicurazione della struttura sanitaria e dell’operatore nella legge Gelli-Bianco

In questo articolo esaminiamo in dettaglio le disposizioni che la legge n. 24/2017, meglio conosciuta come legge Gelli, dedica al tema dell’assicurazione delle strutture e degli operatori sanitari per la responsabilità civile legata al loro operato. Approfondiamo anche il controverso “obbligo” di assicurazione e cerchiamo di delineare quali siano le previsioni vigenti e lo stato dell’arte della loro attuazione.

Il danno non patrimoniale e il suo risarcimento

Nell’ambito del risarcimento danni, vengono in rilievo i concetti giuridici di danno non patrimoniale e di danno patrimoniale. Cerchiamo di chiarire, in questo approfondimento, quando si configura un danno giuridicamente rilevante, passibile di risarcimento, e che cosa si intende per “danno non patrimoniale”, evidenziando sinteticamente le peculiarità della sua disciplina risarcitoria.

Infortunio sul lavoro e “risarcimento” (recte indennizzo) INAIL

L’ordinamento italiano stabilisce che i lavoratori dipendenti, parasubordinati ed alcune tipologie di lavoratori autonomi (es. artigiani e coltivatori diretti) debbano essere assicurati dal rischio di possibili infortuni sul lavoro. Esaminiamo sinteticamente, in questo articolo, la disciplina normativa in materia, con particolare riferimento alla tutela offerta dall’INAIL in occasione di un infortunio sul lavoro.

Morte del feto per responsabilità medica e risarcimento del danno

Traendo spunto da due recenti pronunce della Suprema Corte (ordinanza n. 22859 del 20/10/2020 e ordinanza n. 19190 del 15/09/2020), ripercorriamo in breve gli approdi della giurisprudenza di legittimità riguardo al risarcimento del danno per la morte prenatale di un figlio imputabile a responsabilità sanitaria.

Le disposizioni anticipate di trattamento (DAT)

La legge n. 219/2017, anche nota come legge sul c.d. “testamento biologico”, oltre a disciplinare le modalità di informazione del paziente e di acquisizione del suo consenso (o del suo rifiuto) al trattamento sanitario, ha introdotto nel nostro ordinamento anche una specifica normativa volta a consentire a ciascuno individuo di dare indicazioni in via anticipata sul consenso o sul rifiuto ai trattamenti sanitari da ricevere in previsione di un’eventuale futura incapacità di autodeterminarsi. Percorriamo in breve gli aspetti principali della disciplina delle DAT – Disposizioni Anticipate di Trattamento.

Il consenso informato al trattamento sanitario e i profili del risarcimento danni in caso di sua violazione

La legge 219/2017, ha introdotto nel nostro ordinamento una specifica normativa sulle modalità di informazione del paziente e di acquisizione del suo consenso (o del suo rifiuto) al trattamento sanitario. Approfondiamo in questo articolo gli aspetti salienti della disciplina e gli approdi della giurisprudenza in tema di risarcimento danni da violazione del consenso informato.

Ordinanze di smaltimento amianto e legittimazione passiva del liquidatore giudiziale

Una recente pronuncia del T.A.R. Marche ha statuito l’illegittimità, per difetto di legittimazione passiva, di una ordinanza sindacale con la quale si imponeva al liquidatore giudiziale di un concordato preventivo di provvedere alla rimozione e allo smaltimento di lastre in materiale contenente amianto. Analizziamo la vicenda ed il percorso argomentativo tracciato dal Giudice amministrativo.

Il curatore fallimentare: quali obblighi in materia di rifiuti ed amianto?

Tentiamo di delineare, in questo articolo, i più recenti arresti della giurisprudenza amministrativa sulla legittimazione passiva del curatore fallimentare in materia di obblighi imposti dalla disciplina sui rifiuti del Testo Unico dell’Ambiente e dalla normativa sull’amianto, argomento che risulta ancora oggi controverso sotto vari profili ed oggetto di pronunce giurisprudenziali a volte discordanti.

Cessione di azienda: la sorte dei rapporti contrattuali non esauriti, dei crediti e dei debiti dell’azienda ceduta

Analizziamo in questo approfondimento gli effetti della cessione d’azienda in relazione ai rapporti contrattuali non esauriti, ai debiti e ai crediti, alla luce di quanto disposto dagli artt. 2558, 2559 e 2560 c.c., delle indicazioni della giurisprudenza (di merito e di legittimità), nonché di un caso concreto risolto dallo Studio.