PROGETTO DEDIMPRESA

Un progetto dedicato all’impresa

Progetto DEDIMPRESA

DEDIMPRESA è un progetto ideato e realizzato da Professionisti consapevoli delle esigenze del mondo imprenditoriale, là dove i problemi debbono essere affrontati in una prospettiva multidisciplinare, al fine di valutarne gli eterogenei profili di rilevanza e garantirne una risoluzione efficace ed efficiente.

È, dunque, un progetto dedicato all’impresa, perché è teso ad assicurare al Cliente un servizio unitario ed esaustivo sotto il profilo giuridico ed economico.

Da questo portale sono oggi consultabili la sezione Tutela del Credito, riservata alla programmazione e all’attuazione del recupero dei crediti inesatti, nonché la sezione Lavoro e Previdenza, dedicata alla consulenza in materia giuslavoristica.

Particolarmente innovativa e funzionale è la possibilità, per i Clienti registrati, di accedere in tempo reale al proprio archivio informatico tramite user-id e password da inserire in una apposita area riservata, ove potranno consultare direttamente tutte le informazioni principali di ogni pratica (ivi incluse udienze, scadenze e adempimenti), visionare i documenti relativi ai vari fascicoli (compresi atti e provvedimenti del Giudice), nonché caricare eventuali documenti online.

Mettiamo in ordine i Vostri crediti inesatti

Il credit management è un’attività strategica di ogni impresa, perché apporta cash flow, ovverosia liquidità, necessaria alle aziende per operare, svilupparsi e prosperare.

La programmazione e l’attuazione del recupero dei crediti inesatti è indispensabile, altresì, per ovvie ragioni attinenti alla veridicità del bilancio di qualsiasi attività imprenditoriale, oltre che per le rilevanti implicazioni fiscali connesse all’accertamento della perdita su crediti.

Maggiori dettagli

Consulenza in materia di lavoro e previdenza

La consulenza in materia di lavoro e previdenza non può prescindere dalla gestione del contenzioso giudiziale e stragiudiziale relativo al rapporto con i lavoratori e con gli organi previdenziali.

Il fulcro dell’attività consiste, tuttavia, nell’attenzione dedicata alla prevenzione delle controversie e – più in generale – nella ricerca delle migliori soluzioni operative in funzione delle esigenze del Cliente.

Maggiori dettagli


In Primo Piano

Casi o approfondimenti in evidenza

  • Infezione da stafilococco in cardiochirurgia, malasanità e risarcimento danni
    Definito con un risarcimento danni di 445.000,00 euro il caso di malasanità relativo a un paziente che aveva contratto una infezione da “stafilococco epidermidis” in occasione di un intervento di cardiochirurgia: i familiari, assistiti dallo Studio Legale Chiarini, sono riusciti a fare chiarezza, dimostrando la sussistenza di responsabilità della struttura sanitaria nel determinismo del decesso.
  • Ritardo intervento chirurgico & risarcimento danni da “malasanità”
    Risultato soddisfacente (oltre 420.000,00 euro il risarcimento erogato) per un complesso caso di malasanità, ad esito infausto, gestito dall’avv. Gabriele Chiarini in sede di accertamento tecnico preventivo: la vertenza è stata definita transattivamente con il riconoscimento del ritardo nell’esecuzione di un intervento chirurgico e l’integrale liquidazione dei danni ai congiunti superstiti del paziente.
  • Risarcimento del danno catastrofale in ambito di malasanità
    Una risalente vicenda di malasanità gestita con esito vittorioso davanti alla Suprema Corte: 726.000 euro la sorte già liquidata nel precedente grado di merito, ora la Cassazione ordina di risarcire anche il “danno catastrofale” dovuto alla lucida agonia affrontata dalla vittima nelle sette ore che hanno preceduto il decesso. In questo approfondimento tutti i dettagli di questa importante pronuncia.
  • Assolto in via definitiva l’appuntato dei Carabinieri ingiustamente accusato
    E’ giunto finalmente a un epilogo, con esito definitivamente assolutorio, il lungo e travagliato calvario giudiziario cui è stato ingiustamente sottoposto O.D.N., 45enne appuntato dei Carabinieri di Chieti, difeso dal nostro Avv. Giovanni Chiarini. In questo articolo i dettagli della vicenda processuale.
  • Siena: malasanità per errore nella somministrazione di farmaci
    Risolto un altro caso di malasanità: 588.000 euro l’entità del risarcimento e degli oneri accessori complessivamente riconosciuti dal Tribunale di Siena a favore dei congiunti di una paziente deceduta per una cascata di eventi avversi conseguiti ad un errore nella somministrazione di farmaci antitromboembolici, e posti a carico di due strutture ospedaliere private e delle compagnie assicurative di due operatori sanitari.
  • Ammissione al gratuito patrocinio: l’errore nell’autocertificazione del reddito è sempre reato?
    Chi richiede l’ammissione al gratuito patrocinio risponde penalmente in caso di false dichiarazioni reddituali. La responsabilità presuppone però il dolo e va esclusa in caso di ragionevole dubbio sulla volontarietà e consapevolezza dell’errore. Analizziamo la questione alla luce di un caso affrontato e risolto positivamente dall’avv. Giovanni Chiarini.