Impugnazione Licenziamento – Giustificato Motivo Oggettivo

Confermata la legittimità del licenziamento irrogato dalla S.r.l. difesa dallo Studio

Gli Avv.ti Gabriele Chiarini e Andrea Sisti hanno assistito con successo una impresa di costruzioni edili nella vertenza intrapresa da un lavoratore destinatario di licenziamento intimato per giustificato motivo oggettivo.

 

La vicenda oggetto di causa

Il giudizio aveva ad oggetto la legittimità del recesso della società Alfa Costruzioni S.r.l. dal rapporto di lavoro intercorso con un dipendente, per fine lavori nel cantiere cui il medesimo era addetto.

Il lavoratore aveva impugnato il licenziamento affermando – in maniera del tutto infondata – di essere stato trasferito presso il cantiere in questione appena 10 giorni prima della cessazione del rapporto e di aver lavorato contestualmente presso più cantieri; contestava inoltre la fine dei lavori nel ridetto cantiere.

Tali circostanze erano state tutte puntualmente smentite, in sede istruttoria, dai testimoni escussi. La prova testimoniale aveva, infatti, pienamente confermato la versione dei fatti offerta dalla Società, secondo la quale il ricorrente svolgeva mansioni di manovale (e non di muratore) e tali mansioni erano svolte presso un solo cantiere alla volta.

 

La situazione di crisi della Società

Peraltro, la Società versava, già da anni, in una condizione di crisi dovuta alla riduzione delle commesse, come documentalmente provato dalla produzione dei bilanci degli ultimi anni.

A riprova di tale crisi (e della sua non contingenza) vi erano – inoltre – i numerosi licenziamenti e dimissioni che avevano preceduto la cessazione del rapporto con il lavoratore ricorrente, nonché la giacenza in magazzino di sei gru (mentre cinque erano già state vendute), oltre a migliaia di metri quadri di ponteggio smontato, che in passato venivano utilizzati dalla Società.

 

La decisione del Tribunale

In conclusione, il quadro probatorio emerso all’esito della fase istruttoria del procedimento era divenuto chiaro e, unitamente alle prove documentali offerte dalla Società, ha condotto il Giudice ad accertare la legittimità del recesso esercitato dalla Società e a rigettare il ricorso del lavoratore.

 

CONTENUTI SCARICABILI