Promessa di Assunzione – Inadempimento

Dettaglio Articolo

Promessa di Assunzione – Inadempimento

In caso di inadempimento di promessa di assunzione, accettata, di stipulare un contratto definitivo di lavoro a tempo determinato, sussiste la responsabilità del promittente-datore di lavoro per inadempimento, con conseguente diritto del promissario-lavoratore al risarcimento del danno subito, parametrato alle retribuzioni perse.

Se il destinatario della promessa di assunzione non si avvale della facoltà di richiedere, previa offerta della propria prestazione, la tutela prevista dall’art. 2932 c.c. per l’inadempimento del preliminare, il danno parametrato alle retribuzioni perse deve essere ridotto in via equitativa della metà, risultando altrimenti ingiusto che il contraente incolpevole possa ottenere dall’altrui inadempimento al preliminare lo stesso danno sia se offre la propria prestazione sia se non la offre senza fornire alcuna giustificazione della omessa offerta.

 

CONTENUTI SCARICABILI

 

Avv. Claudia Chiarini
Claudia Chiarini
claudia@chiarini.com

Avvocato Cassazionista e Dottore di Ricerca in Diritto Civile, nell’esercizio della professione si occupa prevalentemente di tutela del credito, diritto civile e diritto di famiglia, con speciale riferimento alla crisi del rapporto coniugale. Ha maturato rilevante esperienza nel settore del recupero dei crediti insoluti, in quello delle locazioni ed in tema di responsabilità del genitore per l’inadempimento dei doveri nei confronti della prole. Curriculum



Hai bisogno di aiuto?

Richiedi una consulenza legale ai professionisti dello Studio Chiarini.
La soddisfazione del Cliente rappresenta l'obiettivo principale di ogni nostra attività.