Coronavirus, fase 2: i “congiunti” e l’articolo 1 del nuovo DPCM

Chi sono i "congiunti" per il nostro ordinamento

Coronavirus, fase 2: i “congiunti” e l’articolo 1 del nuovo DPCM

L’articolo 1 del DPCM 26 aprile 2020 consente “gli spostamenti per incontrare congiunti“. Una parola comune che sembra di facile comprensione, eppure in questa fase 2 è un termine troppo generico, usato impropriamente in una fonte normativa perché, essendo destinato a definire i confini dei limiti alla libertà di circolazione, fa sorgere il dubbio su quali siano i soggetti che possano essere considerati tali e che si potranno legittimamente “incontrare“.


§ 1. I congiunti e il codice civile

Il termine più tradizionale per avvocati e giudici è quello di “parenti”. Nell’art. 74 del codice civile:

la parentela è il vincolo tra le persone che discendono da uno stesso stipite, sia nel caso in cui la filiazione è avvenuta all’interno del matrimonio, sia nel caso in cui è avvenuta al di fuori di esso, sia nel caso in cui il figlio è adottivo“.

Il codice, dopo aver specificato il concetto di parentela in linea retta, in linea collaterale e il computo dei gradi di parentela, si sofferma anche sulla “affinità“, cioè sul vincolo tra un coniuge e i parenti dell’altro coniuge (art. 78 cod. civ.).

Il DPCM, però non parla di parenti, né di affini, ma di “congiunti”. Tuttavia, il termine “congiunti” non fa parte del vocabolario giuridico, è sconosciuto al diritto civile: il Codice Civile parla di “parenti” e “affini”, mentre la legge 76/2016, che pure ha introdotto la nozione di soggetti partecipi di una “unione civile” e la nozione di “conviventi di fatto”, non utilizza mai la parola “congiunti”.

§ 2. I congiunti e il codice penale

Per il dizionario italiano i congiunti sono “parenti, familiari”, mentre un riferimento normativo ai “prossimi congiunti” è ravvisabile solo in materia penale. L’art. 307 c.p., rubricato “Assistenza ai partecipi di cospirazione o di banda armata“, recita:

Chiunque, fuori dei casi di concorso nel reato o di favoreggiamento, dà rifugio o fornisce il vitto a taluna delle persone che partecipano all’associazione o alla banda indicate nei due articoli precedenti, è punito con la reclusione fino a due anni. La pena è aumentata se il rifugio o il vitto sono prestati continuatamente. Non è punibile chi commette il fatto in favore di un prossimo congiunto“.

La norma continua specificando, al comma 4, che per la legge penale s’intendono per i prossimi congiunti “gli ascendenti, i discendenti, il coniuge, la parte di un’unione civile tra persone dello stesso sesso, i fratelli, le sorelle, gli affini nello stesso grado, gli zii e i nipoti“.

Al di fuori della legge penale , invece, non è per nulla chiaro o, almeno, non è definito normativamente cosa si debba intendere quando il legislatore ci parla di “prossimi congiunti”.

§ 3. I congiunti nelle decisioni della Suprema Corte

La Corte di Cassazione nella sentenza 46351/2014 si era soffermata sul significato di detto termine dandone una interpretazione più ampia (quindi intendendovi anche compagni non sposati) ammettendo ai fini di un risarcimento la fidanzata della vittima e ritenendo che, in presenza di un saldo e duraturo legame affettivo, si possa “prescindere dall’esistenza di rapporti di parentela o affinità giuridicamente rilevanti come tali“.

Una pronuncia ancora più recente della Corte di Cassazione (sez. VI penale 14 marzo 2019, n. 11476) aveva stabilito che anche due persone conviventi more uxorio siano da ritenersiprossimi congiunti“.

Questi provvedimenti giurisprudenziali costituiscono una netta evoluzione rispetto al passato, quando, pur in assenza di norme che ne specificassero il contenuto, per “prossimi congiunti” si erano intesi “soggetti uniti fra loro non solo da un vincolo meramente affettivo ma affettivo-giuridico, che implicava anche dei doveri e degli obblighi giuridici“.

§ 4. Conclusioni

Pur nell’incertezza del termine utilizzato ed in attesa di circolari interpretative e chiarimenti, sicuramente sono consentite visite tra figli, genitori, nonni, nipoti e cugini e fidanzati nell’ambito di rapporti affettivi stabili. Anche due persone conviventi more uxorio sono da ritenersi “prossimi congiunti”.

Dott.ssa Francesca De Martino
Francesca De Martino
demartino@chiarini.com

Nata il 20/12/1994. Si è laureata in Giurisprudenza all'Università degli Studi di Perugia nel 2018. Ha frequentato il biennio 2018/2020 dell'Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino, master di I livello riconosciuto dall'Ordine dei Giornalisti come sede idonea per il praticantato. Ha fatto esperienze di stage in importanti redazioni del panorama nazionale: a Mediaset TgCom24 (settembre 2019 - novembre 2019) e alla Radiotelevisione di Stato sammarinese Rtv San Marino (luglio 2019 - agosto 2019). Attualmente è una giornalista praticante iscritta nel registro praticanti dell'Ordine dei Giornalisti delle Marche.



Hai bisogno di aiuto?

Richiedi una consulenza legale ai professionisti dello Studio Chiarini.
La soddisfazione del Cliente rappresenta l'obiettivo principale di ogni nostra attività.

Rassegna Stampa

SMS, WhatsApp, E-Mail e Onere della Prova nel Processo Civile

Diritto24 del Sole24Ore ospita un articolo dell'Avv. Claudia Chiarini sul rilievo probatorio di sms ed e-mail

Avv. Chiarini per il Giornale: la legge Gelli-Bianco

La sezione "Salute" della testata
"Il Giornale.it" intervista l’Avv. Chiarini:
la riforma della responsabilità sanitaria

Avv. Chiarini per e-Health - G.D.P.R.

La rivista “e-Health News” ha intervistato
l’Avvocato Gabriele Chiarini su G.D.P.R.,
privacy e protezione dei dati sanitari

Avv. Chiarini per Diritto24 Sole24Ore

L'Avv. Chiarini commenta le ultime sentenze della Corte di Cassazione in materia di responsabilità sanitaria

Avv. Gabriele Chiarini - Scegliere il luogo di cura

Come scegliere dove curarsi:
sul settimanale IN Famiglia l'Avv. Chiarini illustra i criteri da tenere presenti

Italia Oggi Sette - Avv. Chiarini

Il danno è un elemento essenziale
della "medical malpractice": l'Avv. Chiarini lo ricorda su Italia Oggi

Repubblica Avv. Chiarini

Insufficienza del personale
infermieristico: l'Avv. Gabriele Chiarini
ne parla su Repubblica

Italpress TG Salute Avv. Chiarini

Carenza di organico ed eventi avversi
in Sanità: intervista all'Avv. Chiarini, esperto di malpractice medica

Avv. Gabriele Chiarini su Panorama

Qualità dei servizi sanitari, errori medici e prevenzione dei rischi in sanità:
ne parliamo con l'Avv. Chiarini

Avv. Gabriele Chiarini su Panorama

L'Avv. Gabriele Chiarini commenta i dati OCSE: in Italia meno della metà degli infermieri rispetto agli altri Paesi

Quotidiano di Sicilia "emergenza medici" - Avv. Gabriele Chiarini

Insufficienza del personale e qualità
dei servizi sanitari: approfondiamo
l'argomento con l'Avv. Gabriele Chiarini

Radio InBlu Emergenza Medici Avv. Gabriele Chiarini

Pomeriggio InBlu intervista
l'Avv. Gabriele Chiarini sul tema
"Emergenza Medici" in Sanità

Residenze Sanitarie Privacy Avv. Spadoni Chiarini

Gli Avv.ti L. Spadoni e G. Chiarini
intervistati come esperti sulle regole
della "nuova" privacy in sanità

Carlino Capolavori Rubati Avv. Giovanni Chiarini

"Furto del Secolo" a Palazzo Ducale:
l'Avv. Giovanni Chiarini tra i protagonisti
del recupero delle opere trafugate

Quotidiano Sicilia Mortalità Servizi Sanitari Avv. Chiarini

L'Avv. Gabriele Chiarini commenta i dati di "amenable mortality" (mortalità riconducibile ai servizi sanitari)

io donna corriere della sera gabriele chiarini privacy sanità

Su Io Donna del Corriere della Sera,
l'Avv. Gabriele Chiarini spiega le nuove
regole della Privacy in Sanità

complicanza malasanità

Avv. Gabriele Chiarini su
Italia Oggi: Quel labile confine
tra complicanza e "malasanità"

privacy parafarmacia

"Questione di Privacy" in Parafarmacia:
parliamone con l'Avv. Lucia Spadoni
e con l'Avv. Gabriele Chiarini

errori sanitari Avv. Chiarini

"Residenze Sanitarie" intervista
l'Avv. Chiarini sugli errori sanitari e sul valore delle statistiche nazionali

Avv. Gabriele Chiarini su Pianeta Salute

L'Avv. Chiarini interviene sullo stato di attuazione del “Garante per il Diritto alla Salute” previsto dalla legge "Gelli"

Avv. Gabriele Chiarini Avv. Andrea Sisti Carlino

Risarcimento di oltre 1.200.000,00 euro
ottenuto dagli Avv.ti Chiarini e Sisti
per un tragico incidente sul lavoro

Sole24Ore Avv. Chiarini

Intervento dell’Avv. Gabriele Chiarini su “Diritto 24” del Sole24Ore in tema di tutela risarcitoria del paziente

Avv. Gabriele Chiarini su Radio Cusano

“Genetica Oggi” su Radio Cusano intervista l’Avv. Gabriele Chiarini su malasanità e diritti del paziente

Avv. Gabriele Chiarini su Radio Cusano

La Rivista "Così" si occupa del nostro report sul costo degli eventi avversi nel Sistema Sanitario Nazionale

Avv. Gabriele Chiarini su Radio Cusano

Interview to Attorney Gabriele Chiarini,
an expert in the field of health liability
and medical-malpractice lawsuits

Image is not available

Omicidio di Sant’Angelo in Vado:
l’Avv. Giovanni Chiarini è il difensore della nuova indagata

Image is not available

Intervista di “Pianeta Salute” all’Avv. Gabriele Chiarini su responsabilità medica e infezioni ospedaliere

Image is not available

Il quotidiano "La Verità" richiama gli approfondimenti dello Studio in tema
di "emergenza malasanità"

Image is not available

Intervista di “Uomo & Manager” all’Avv. Chiarini sugli errori sanitari in Italia e sui costi della malpractice medica

OIPA Magazine - Diritti del malato

Osservatorio Imprese e Pubblica Amministrazione intervista l’Avv. Chiarini sui diritti del malato in Italia

Image is not available

La sezione "Diritto24" del Sole24Ore ospita un contributo dell’Avv. Chiarini sulla legge Gelli-Bianco

Image is not available

Incendio del ristorante "Pesce Azzurro". Unico assolto: l'imputato difeso
dall'Avv. Giovanni Chiarini

Image is not available

L’Avv. Gabriele Chiarini ospite su "Genetica Oggi " di Radio Cusano: il Garante per il Diritto alla Salute

previous arrow
next arrow
Slider